Ultime News

lunedì 4 novembre 2019

Cosa fare a San Severino Lucano: trekking al Giardino degli Dei

Cosa fare a San Severino Lucano: trekking al Giardino degli Dei e soggiorno minimal con Ospitalità Responsabile San Severino Lucano



cosa fare a san severino lucano trekking al giardino degli dei

La montagna è un posto speciale ha la capacità di ripulire la mente spostando il pensiero sul momento, sull'essenziale. (m.m.)


Volevo vivere un momento emozionante e coinvolgente, fatto di maggiore consapevolezza e forza interiore. E' una cosa che ricerco spesso e che soddisfo quasi sempre con le mie giornate di trekking in montagna nel Parco Nazionale del Pollino.
Mi piaceva inoltre l'idea di condividere un momento del genere in gruppo, ed ecco che decido di organizzare due giorni nel Parco Nazionale del Pollino con un soggiorno minimal marchiato Ospitalità Responsabile San Severino Lucano. Si tratta di un approccio minimalista alla natura e al territorio ove l'essenziale è godere del paesaggio e delle meravigliose risorse insite in esso.

Quindi, cosa fare a San Severino Lucano?
Tra le diverse cose, sicuramente un trekking verso i 2000 metri alla ricerca delle immagini più belle del Parco Nazionale del Pollino precisamente quelle relative al Giardino degli Dei, un luogo unico fantastico in primavera, in estate, ma anche in inverno o in autunno, in questo posto magico vi sono i Pini Loricati, specie di alberi protetta e dalle origini millenarie, con forme particolari e grandi radici.



Cosa fare a San Severino Lucano trekking al Giardino degli Dei


Le due giornate sono state articolate in modo da poter vivere il meglio del luogo. 
Campo base San Severino Lucano un pittoresco borgo immerso tra le cime del Parco Nazionale del Pollino, raccolto e circondato da immense vallate naturalistiche che ovunque offrono ottimi scorci panoramici.

Il primo giorno appena arrivati abbiamo alloggiato presso il B&B A Casa di Mario, uno dei componenti insieme a me, la guida Leonardo Viceconte e Il Rifugio Pino Loricato, della rete Ospitalità Responsabile San Severino Lucano
Cosa fare a San Severino Lucano trekking al Giardino degli Dei

Una volta sistemati e salutato Giuseppe il proprietario del b&b, persona squisita che fa del suo affetto verso gli ospiti il suo punto forza, ci siamo incamminati verso il borgo.

Il paesino, San Severino Lucano, come accennato è piccolino, ma accogliente e caloroso nel suo aspetto, abbiamo passeggiato sulla strada principale dove percorrendola si incrociano il negozio di souvenir Simonetti e la Chiesa Madre.
All'interno della Chiesa Madre in questo periodo vi è ancora la statua della Madonna del Pollino, oggetto della festa che si tiene ogni anno con processione, messe e visite al Santuario della Madonna del Pollino che è a 1500 metri di altezza in montagna. 
Tutti gli anni a inizio estate la statua viene portata su al Santuario, dove vi resta fino a Settembre. Un momento religioso molto sentito dai devoti del luogo e da tanti cittadini di aree limitrofe.


Cosa fare a San Severino Lucano trekking al Giardino degli Dei


In serata, in programma una prelibata cena presso il Ri'storo Pollino, un ristorantino caratteristico, immerso in un bosco, Bosco Magnano. Si mangia divinamente, ricette tradizionali saporite che rispecchiano la cultura locale, per non parlare della professionalità dei proprietari.





Tra brindisi e belle chiacchiere di gruppo si fa l'ora del rientro al B&B, una bella dormita e il grande giorno arriva, ci attende il Giardino degli Dei.


Trekking verso il Giardino degli Dei

Il giorno del trekking, la domenica, il tempo al risveglio non era dei migliori, inizio primavera ma temperatura gelida e vento, poi l'altezza ha inciso ancora di più. Una buona colazione e ci si sposta in Land Rover con la nostra guida ufficiale del parco di fiducia Leonardo Viceconte  verso il Rifugio Pino Loricato a 1530 metri, Leonardo è eccezionale, una guida sicura che conosce il territorio e le 5 vette del parco come il palmo della sua mano.
Qui vicino a 400 metri di distanza più o meno vi è anche il famoso Santuario della Madonna del Pollino.
Questo sarà il nostro punto di partenza per il Giardino degli Dei.

Cosa fare a San Severino Lucano trekking al Giardino degli Dei

Un percorso affascinante e un sentiero a tratti impervio e a tratti semplice, sempre in salita ovviamente, durante il tragitto mi è sembrato di osservare tutte le stagioni, visto che siamo partiti con nebbia e vento, poi il sole e infine in alto di nuovo fitta nebbia, pioggia, oltre la neve a 2000 metri che ancora non si era del tutto sciolta.

Cosa fare a San Severino Lucano trekking al Giardino degli Dei

Abbiamo attraversato il torrente Fosso Jannace, su un ponticello di legno, il paesaggio si caratterizzava per la presenza di enormi faggi e qualche abete bianco, uno spettacolo naturalistico, ricco di folta vegetazione che ci ha portati a percorrere il Piano di Jannace  un ampio spazio a 1700 metri, con un'immensità di verde tra le alternate schiarite del cielo e le mandrie di cavalli selvaggi che padroneggiavano nel loro habitat.
Dopo aver scattato o provato a scattare foto ai cavalli sfuggenti abbiamo proseguito con il percorso, arrivando alla  famosa area definita Piana del Pollino con la sua Grande Porta del Pollino a 1900 metri di altezza.

Il cammino non è stato semplicissimo, andata e ritorno 6/7 ore più o meno di intenso trekking, gli ultimi tratti verso i 1800 e 1900 metri sono stati abbastanza duri, camminata in salita ripida e sulla neve ancora non sciolta.

Cosa fare a San Severino Lucano trekking Giardino degli Dei

Il respiro si faceva pesante per tanti di noi, ma non vedevamo l'ora di arrivare su per ammirare i Pini Loricati.

Toccati i 2000 metri la sensazione è stata strabiliante, in fondo per molti era la prima volta, non essendo degli escursionisti professionisti.
Ci sentivamo immensamente felici nell'ammirare quei stupendi Pini Loricati con le loro eleganti e stravaganti forme.


Cosa fare a San Severino Lucano trekking al Giardino degli Dei

Il punto più alto ci ha accolti con la pioggia, occasione per ripararci sotto un grande Pino Loricato e gustare un pezzo di torta fatto di cioccolato e pera. Scatti fotografici, video e tanta emozione, certo se ci fosse stato il sole il paesaggio avrebbe avuto dei colori diversi, ma ciò non è stato un problema,  il Giardino degli Dei ha saputo estasiarci nonostante le condizioni meteo.
Cosa fare a San Severino Lucano trekking Giardino degli Dei

Al ritorno ci siamo fermati al Rifugio Pino Loricato, qui Antonio il gestore è una cara persona e come sempre ha saputo allietarci con piatti squisiti. Dopo tanto cammino ci voleva un bel pranzo tradizionale per riprenderci dalla fatica.


Cosa fare a San Severino Lucano


Ospitalità Responsabile San Severino Lucano ripeterà nel 2020 l'esperienza minimalista di contemplazione del paesaggio caratteristico del parco. Sarà un'altra occasione per emozionarsi insieme e vivere in simbiosi e lentamente i ritmi della montagna in maniera del tutto essenziale.

La montagna ha un grande potere, quello di farti rinascere, renderti parte integrante dell'universo scrollandoti di dosso quelle che sono le normali routine di vita.
M.Milione 


E tu, sei pronto per vivere il prossimo anno queste forti emozioni con noi? Se si contattami: [email protected]




CONDIVIDI SE TI PIACE





Next
This is the most recent post.
Post più vecchio
  • Blogger Comments
  • Facebook Comments

0 commenti:

Posta un commento

Item Reviewed: Cosa fare a San Severino Lucano: trekking al Giardino degli Dei Description: Cosa fare a San Severino Lucano trekking al giardino degli dei Rating: 5 Reviewed By: Viaggi del Milione
Scroll to Top