728x90 AdSpace

Ultime News

giovedì 8 dicembre 2016

Vado a Cuba perchè...

Cuba




"Cuba: la terra più bella che occhi umani abbiano mai visto". Cristoforo Colombo


L'isola di Cuba, crocevia dei caraibi, attrazione nel passato di orde di migranti. In tanti vi hanno approdato dando così a questa terra una cultura affascinante e ricca di mescolanze da quelle spagnole a quelle inglesi, africane, asiatiche che hanno dato al popolo cubano un'identità nuova e distinta, l'essenza cubana ha una tradizione fatta di autenticità e di fascino.

Cristoforo Colombo ne fu ammaliato, Hemingway trovò qui ispirazione per i suoi romanzi, dandole un'impronta decisamente interessante, tanto che le strade di vita di Hamingway a Cuba sono facilmente percorribili e percepibili.
Un poster che raffigura gente accogliente e allegra, sorridente al mondo, colori delicati di spiagge e case. Un mondo che pare non abbia mai perso la sua originalità.

Ho sempre provato emozione nel leggerne storia e consuetudini, una terra entusiasmante fatta di un sound vitale, ritmi elevati, colorati e sorridenti. Quest'isola penso che valga un on the road almeno una volta nella vita.

Cuba dal temperamento radicato, una storia ricca e forte, legata alla rivoluzione e ai forti ideali a volte contestabili di grandissimi personaggi come Che Guevara o Fidel Castro.
Una terra fatta di affermazioni incisive sull'esigenza di avere cultura, gli stessi capi rivoluzionari ne professavano la diffusione.

Tanto mi attrae dai racconti e dalle immagini reperibili dalla storia, dai documetari televisivi oppure da internet, sarà la mia prossima meta, una delle più desiderate del 2017.

Cuba, ricca di contraddizioni, isola affascinante e misteriosa. Un viaggio da sogno, dove le immagini dei paesaggi conquistano lo sguardo. 
Perchè questo cammino, perchè scegliere Cuba!
Le ragioni sono diverse, e, sono tutte legate all'emozione che l'autenticità di tale luogo suscita. Farsi catturare dalle incredibili architetture coloniali spagnole, i famosi sigari artigianali lavorati a mano, le meravigliose spiagge bianche, le auto d'epoca e i cocktail famosi che accompagneranno serate e lunghe notti.


Preparazione del Sigaro Cubano, stand Bit di Milano; foto di Viaggi del Milione

Immagino che nelle strade dell'Avana si percepirà e si scoprirà tutto il mondo descritto e raccontato da Ernest Hemingway, risulteranno interessanti le Piazze della città: Piazza della Cattedrale, Piazza S. Francesco D'Assisi oppure Piazza della Rivoluzione.
Facile sarà seguire i ritmi della salsa oppure godersi spiagge e mare delle più interessanti località balneari  come per esempio quella  di Cayo Largo.
Chiunque ci sia andato afferma che il risultato è che qualunque cosa si faccia a Cuba, lascia una forte emozione nel cuore.

Affascina e incuriosisce scoprire le diverse coste cubane, il mare turchese con le proprie acque cristalline, i fondali ricchi di barriere coralline, ecco che "il sogno prende forma e mi adagio per un attimo di sosta, mi sdraio e mi rilasso su una delle meravigliose spiagge di questa terra".
Sognare non costa nulla.
E, perchè no, approdare lì per assaporare il caffè cubano, pare che anche qui più che in Italia la tradizione del caffè sia particolarmente radicata, un caffè dal retrogusto particolare e famoso in tutto il mondo. Le piantagioni di caffè meritano una visita, che a quanto pare si trovano sulle colline di Serra del Rosario.
Ma ancora, cosa scoprire, sicuramente la tradizione culinaria, che prende le origini dalla cucina spagnola miscelata a quella africana e a quella tipica caraibica che può essere gustata nelle tipiche "casas particulares". 
La cosa che più mi attira è che Cuba fosse uno dei luoghi preferiti da Hemingway, e documentandomi noto che diversi sono i tour a riguardo, che sono un reale percorso dei luoghi di vita di Ernest Hamingway sull'isola.
L'Avana, Trinidad e tante altre località dell'Isola sono testimonianza di quanta bellezza indossi Cuba, un itinerario fatto di percorsi naturalistici, storici e culturali, un insieme di tutto dipinto in un incredibile quadro variopinto.

Ed ecco che la "sensorialità prende il sopravvento e non meno emozionante sarà ritrovarsi in un bar retrò che immagino proponga  musica Jazz di sottofondo, assaporerò un sigaro e dell'autentico room e la musica mi trasporterà verso un naturale movimento ritmico e caraibico".
Beh, vado a Cuba perchè....
Intuibile la scelta e la voglia di scoprirla. 
M.Milione
  • Blogger Comments
  • Facebook Comments

0 commenti:

Posta un commento

Item Reviewed: Vado a Cuba perchè... Description: Viaggio a Cuba Rating: 5 Reviewed By: VIAGGI DEL MILIONE
Scroll to Top