728x90 AdSpace

Ultime News

sabato 31 dicembre 2016

Osteria L'Arco: quando il viaggio attraversa sapori e tradizioni culinarie.

Osteria L'Arco-Matera-Chef Antonio Chidichimo (ph. www.viaggidelmilione.com)



"Un viaggio che si rispetti si completa con i piaceri del palato"(M.M.)


Il viaggio diventa ancor più affascinante quando la direzione presa è quella tipica di un territorio. 
Ci si può incamminare sui ciottoli delle strade antiche e ammirare le mura che portano segni di storia sentendo allo stesso tempo, odori che suscitano l'acquolina in bocca, profumi che si miscelano con l'aria fredda di questi tempi, che lasciano una scia che a seguirla, sicuramente porterebbe in qualche antica grotta o casa nei sassi, adibita a punto di ristoro e di incontro.

Questa visione l'ho vissuta, a Matera, tra una passeggiata e l'altra si sentiva la cucina del luogo quasi ad imporsi con profumi forti che facevano da richiamo.
Luogo che vado ristorante di cui mi innamoro. 
Bene, è accaduto di nuovo. Seguiamo una scalinata, con un tappeto rosso che ci porta fino ad una porticina, con davanti una botte di vino antica con un vaso di fiori. 
Ad attrarre la mia attenzione, la botte, questa ha suscitato la mia curiosità, forse perchè mi ricorda il passato, il vino della mia famiglia, perché si, a volte le cose più insolite provocano varietà di sensazioni ed emozioni  in qualunque viaggiatore.

Ci accingiamo ad aprire la porta accanto alla botte, ed eccoci qui, colori antichi, che emanano da subito calore. Ci accolgono in modo professionale e devo dire amorevolmente, ma, prima di sederci, prendiamo informazioni sul tipo di cucina, in particolare quella senza glutine visto che sono celiaca, ok, è andata cari lettori, qui ho potuto mangiare senza glutine.
Dove siamo?
Osteria L'Arco, a Matera, incantevole ristorantino, caldo e appagante, lo chef nonché il proprietario Antonio Chidichimo, che conosciamo man mano durante il nostro primo pranzo lì, e che conosciamo sempre meglio visto che ci siamo tornati per il pranzo di saluto prima di ripartire e lasciare Matera il giorno dopo, una persona squisita, di gusto e chef eccezionale, cordiale e attento alle esigenze dei propri clienti, ma a rendere la sua conoscenza ancor più piacevole e gradevole è stata la scoperta che lui sia un mio conterraneo, ovvio che questo mi ha dato e ci ha dato la possibilità di sentirci davvero ancor di più a casa.



Ma, l'aspetto umano all'interno del ristorante non è la sola cosa interessante, passiamo alle pietanze. Abbiamo mangiato e gustato piatti sensazionali, toccato con mano l'amore per la cucina, per la tradizione e per la salvaguardia dei prodotti tipici. Prodotti made in Basilicata, tipici e succulenti, abbiamo bevuto un vino dal gusto imponente, profumo delicato e legnoso allo stesso tempo, un Aglianico della Cantina di Venosa, una bottiglia  Gesualdo tra le linee top della cantina, ne vorrei una bottiglia ora, tanto che il mio palato lo abbia apprezzato!!!
Tra i primi abbiamo scelto penne con ricotta e peperoni cruschi, questi sono tipici della Basilicata, ottima pietanza, da leccarci i baffi, semplice e prezioso allo stesso tempo,  nel mangiarlo si sente la tradizione che rivive.  
Tante altre prelibatezze hanno conquistato il nostro palato insaziabile, rafanata, mousse di ricotta con salsa caramellata di peperoni cruschi, antipasto ricco di tante bontà, e particolarità, il tegamino con i ceci neri, saporitissimi, decisamente da provare.


Esaustivo il cameriere che dava le sue spiegazioni circa gli ingredienti di ogni piatto, professionale e cordiale, e lo chef, Antonio Chidichimo ha saputo conquistarci con i suoi racconti circa le sue origini. Sono stati momenti trascorsi tra confronti sul turismo a Matera e scoperta di un'origine del tutto marina, ma a parte tutto ciò il signor Antonio  è entrato nelle nostre simpatie e nelle nostre grazie con il suo calore e la sua etica lavorativa impeccabile. 
Ci siamo ripromessi di ritornare a Matera e una tappa all'Osteria dell'Arco non mancherà, sarà un piacere ritrovare lo chef Antonio Chidichimo, i suoi piatti raffinati e tipici.

Il Destination Blog Viaggi del Milione e la Miriam Tour ringraziano pubblicamente Antonio Chidichimo e il suo staff, aver conosciuto e assaporato i piatti dell'Osteria dell'Arco ha reso la nostra vacanza ancora più bella e intrigante, perché, il viaggio ha avuto completezza con il piacere del palato.

M.Milione












  • Blogger Comments
  • Facebook Comments

0 commenti:

Posta un commento

Item Reviewed: Osteria L'Arco: quando il viaggio attraversa sapori e tradizioni culinarie. Description: RISTORANTE MATERA Rating: 5 Reviewed By: VIAGGI DEL MILIONE
Scroll to Top