728x90 AdSpace

Ultime News

martedì 4 ottobre 2016

Nord Calabria: un tour "saporito" da seduti a tavola.

ph. by @viaggidelmilione





Mi siedo a tavola e penso, ecco arrivato uno dei migliori momenti della giornata, perchè al piacere del palato non si può davvero rinunciare e se poi protagonisti sono i sapori calabresi, la cosa si fa ancora più succulenta.
Un tour con la tavola bandita, vino e tante tipicità, zone interessate? 
Un pò di Nord calabria, dall'alto Ionio Cosentino all'entroterra dirigendoci verso qualche borgo del Parco Nazionale del Pollino. 
La cucina tipica da queste parti ha piatti comuni e piatti specifici di ciascuna località, ma il sapore e il piacere che si prova nell'assaggiarli ovunque è particolare e spettacolare, tanto è legato al fatto che qui in Calabria passiamo dalla produzione alla tavola, la maggior parte degli ingredienti sono figli diretti di questa suggestiva terra.

Partiamo da Rocca Imperiale, qui arrivi e non puoi rinunciare all'assaggio della tipica Rosamarina con due belle fette di pane passate alla brace, una delizia che la si può mangiare dolce e ovviamente piccante, siamo in Calabria.
Ci spostiamo un pò più in giù, Roseto Capospulico, in uno splendido scenario in riva al mare con il castello che padroneggia ottime pietanze di pesce possono gustarsi, zuppe di seppie e piselli o classiche di pesce. 
Ma i primi piatti? Ovunque, ad Amendolara, Trebisacce, Cassano allo Ionio, e più nell'entroterra come Civita, Morano Calabro, Castrovillari, eccoli i padroni, i piatti di pasta fatta in casa "i rascjcatilli" cavati a mano e conditi con diverse tipologie di "sugo", al ragout oppure con pomodoro fresco e basilico, e magari perchè no, sostituire il parmigiano grattuggiato con la ricotta stagionata grattugiata, sapore dominante e forte,  un invito decisivo all'assaporare.
Ma non finisce qui, sempre in questi paesi altri primi deliziano il palato, questo tour seduti a tavola approda su di un bel piatto di "lagana e ciciri", una pasta fatta in casa corposa con i ceci, davvero uno spettacolo di sapore. 
Ma saliamo verso Cerchiara di Calabria, siamo nel Parco Nazionale del Pollino, e tutti i paesi che vi ricadono hanno davvero interessanti e corpose tradizioni culinarie. Qui, ci fermiamo e ammiriamo un bel piatto di "rape e sazizza", davvero goduria il contrastante abbinamento del grasso  della salsiccia con l'amaro delle rape, ne esce un sapore unico da gustare.
E poi ancora, mix di verdure e salami? Bene, la minestra di cicoria, fagioli e pancetta. 
Ma l'arte culinaria in calabria ha da che raccontare, vastissima antologia direi, dagli antipasti, ai primi, secondi di carne compresa la selvaggina fino alle delicate proposte dolciarie, non ci si risparmia su nulla.
E poi come recita una famosa frase: 
"Le ricette di cucina sono un bene universale estremamente democratico, un tesoro che appartiene a tutti e che come le sette note può essere combinato in migliaia e migliaia di modi e diventare personale, a volte unico".
(Paola Maugeri)

Ecco così ritengo sia la cucina da queste parti, un bene universale.

Un tour a tavola da queste parti ha qualcosa di ancor più ricco poiché sposato con un ambiente naturale incantevole, vibrante di vita, dalle zone marine alle zone montane, dai paesaggi ai borghi d'eccezione, decisamente da scoprire, vivere, e gustare.
Un mondo caloroso nei sapori e nell'accoglienza del popolo che lo vive.
M.Milione



ph. by @viaggidelmilione






ph. by @viaggidelmilione



  • Blogger Comments
  • Facebook Comments

0 commenti:

Posta un commento

Item Reviewed: Nord Calabria: un tour "saporito" da seduti a tavola. Description: Vacanze in Calabria Rating: 5 Reviewed By: VIAGGI DEL MILIONE
Scroll to Top