728x90 AdSpace

Ultime News

domenica 25 settembre 2016

Castrovillari: il borgo ai piedi del Pollino








Un borgo in passato riconosciuto come uno dei maggiori centri commerciali del circondario, ai piedi del Monte Pollino, un insieme di vallate tra monti e mare. Nei racconti di signore e signori del tempo questo centro vantava un flusso di arrivi migratori da molti paesi di regioni vicine come la Basilicata e la Puglia. 
Oggi Castrovillari non è più quel centro importante, non ricopre più quel ruolo di principale agglomerato abitativo della zona, ma, resta comunque il paese più grande fra tutti i borghi appartenenti al Parco Nazionale del Pollino.  
Profondamente legata a radici miste in parte calabrese, lucana e pugliese, Castrovillari resta ed è il luogo in cui sono nata e che attualmente vivo. 
Per la mia città spero ci siano importanti cambiamenti di sviluppo e non nego nel raccontarvela e descriverla che rientra nei miei progetti di valorizzazione e sviluppo del territorio. 
Circondata da verde, si presenta come una cittadina pacata, con un corso principale che negli anni ha caratterizzato la vita notturna di tanti giovani, punto di incontro e di aggregazione, con i suoi negozietti e la sua chiesa al centro di tutto, la chiesa di San Francesco. 
La quiete e la tranquillità si respirano da subito. 
Il luogo si posa nel mezzo di una cornice di verde, poichè il Pollino e le valli che la caratterizzano fanno da padroni.
Il centro, tipico di un borgo si presta a passeggiate e momenti di svago in compagnia.
Importanti cose da vedere sono sicuramente il suo centro storico, definito “La Civita”, un centro abitato dal tratto antico separato dalla città moderna, con vecchie case e chiese. La città si divide in due parti tramite il Ponte della Catena; la parte antica, La Civita edificata su uno sperone calcareo, è caratterizzata da piccole stradine e costruzioni particolari. Qui, percorrendo le vie del centro sarà possibile vedere la Basilica minore di San Giuliano, il Protoconvento Francescano, il Castello Aragonese e, più su, il santuario della Madonna del Castello. 
 Sempre nella Civita all'interno del Protoconvento Francescano si trova il rinnovato e famoso Teatro Sybaris, che ospita alcune importanti manifestazioni teatrali, una di queste il festival “Primavera dei Teatri”. 
La cittadina ha anche un museo archeologico, realizzato nel 1957, conserva reperti risalenti all'età paleolitica, come vasi trovati nelle tombe; lo scheletro di un guerriero con tanto di corredo funerario appartenente al III secolo e parte della zona del Museo è dedicata al pittore Andrea Alfano, nato a Castrovillari.  
La particolarità del borgo sta nel fatto come prima accennato di essere ai piedi del Pollino, il verde attorno la rende attraente, passeggiare e camminare nelle zone periferiche suscita particolare emozione. 
Recentemente è stato ripreso il vecchio tratto ferroviario Castrovillari-Morano Calabro, una pista pedociclabile immersa nella vegetazione e molto panoramica. Io stessa ho organizzato come forma ti turismo responsabile un “Cammino a Passo Lento”, una passeggiata come momento di condivisione, di contemplazione del paesaggio, di valorizzazione del territorio. A chiunque consiglio una camminata su questo tratto, bello e suggestivo. 
Ma atre cose possono farsi a Castrovillari, si possono visitare i borghi vicini tipici del parco, come Morano Calabro, che assume le sembianze di un presepe, oppure Civita, caratteristica e famosa per le Gole del Raganello, qui si possono fare delle escursioni.  
Importanti iniziative annuali di attrazione sono: il Carnevale uno dei più famosi della Calabria. Si svolge a Febbraio, è un momento d festa per la città e per i paesi vicini, nelle strade del paese sfilano carri, gruppi folkloristici e maschere spontanee; l’Estate internazionale del folklore che porta in città numerosi gruppi folkloristici da tutto il mondo; la rassegna teatrale "Primavera dei Teatri" che ha raggiunto ormai un interesse 
ed un prestigio di fama Nazionale ed Internazionale; feste di tradizione popolare, come la "Festa della Madonna del Castello" e del "Santissimo Crocifisso" che si tiene ogni anno dal 30 aprile al 3 maggio. 
M.Milione 
  • Blogger Comments
  • Facebook Comments

1 commenti:

Posta un commento

Item Reviewed: Castrovillari: il borgo ai piedi del Pollino Description: Calabria, Castrovillari Rating: 5 Reviewed By: VIAGGI DEL MILIONE
Scroll to Top